Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

L’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Giovanni Paolo II” ha già aperto le iscrizioni all’anno accademico 2017-2018. Sono sempre più numerosi gli studenti che guardano con interesse a questa realtà universitaria caratterizzata da un ricco e stimolante percorso filosofico, teologico, storico, psico-pedagogico e didattico della durata di cinque anni, articolato in un triennio ed un biennio di specializzazione.

Il “Giovanni Paolo II”, collegato alla Facoltà Teologica Pugliese, rilascia l’unico titolo abilitante all’insegnamento della Religione cattolica nelle scuole di ogni ordine e grado, ma mira soprattutto a far acquisire a chi la frequenta una vera e propria marcia in più nelle diverse dimensioni della vita personale e sociale. Far crescere la conoscenza della fede cristiana e dei luoghi dell’incontro tra Dio e gli uomini; dare agli allievi la possibilità di curare la propria crescita umana e spirituale aperta al dialogo con uomini di ogni cultura e convinzione; provvedere alla formazione teologica e culturale di laici e consacrati; rilasciare il titolo per l’insegnamento della Religione cattolica sono, infatti, le finalità più importanti che l’Istituto persegue. I titoli conseguiti hanno validità ecclesiastica anche nei Paesi europei.

Al “Giovanni Paolo II”, dopo il triennio, si consegue la laurea in Scienze religiose e, dopo il successivo biennio, la laurea magistrale in Scienze religiose, con gli indirizzi pedagogico-didattico e pastorale-catechetico-liturgico.

L’Istituto Superiore di Scienze Religiose è, inoltre, una realtà in costante dialogo con la società, impegnato a fare rete con il territorio, a sviluppare sinergie con le altre Università, a rendere più visibile il contributo dei laici alla vita diocesana. Nell’anno accademico in corso sono state, infatti, numerose le iniziative organizzate dal “Giovanni Paolo II”. Tra gli eventi più importanti: a dicembre la prolusione del professor Angelo Panzetta, preside della Facoltà Teologica Pugliese, sul tema: «La vita buona del Vangelo secondo Vitantonio Colucci (1742-1824)»; a gennaio l’inaugurazione della biblioteca, ricca di oltre dieci mila volumi; a marzo il convegno con la dottoressa Agnese Moro sul tema “La memoria e il perdono. Un cammino di riconciliazione”; a maggio la consegna ai propri studenti più meritevoli di borse di studio su iniziativa dello stesso Istituto e della Congregazione del Santissimo Sacramento e del Monte Purgatorio di Martina Franca. La formazione degli studenti viene curata anche attraverso i viaggi e le uscite di istruzione. Quest’anno le mete scelte sono state Roma, Galatina ed Otranto.

Per ulteriori informazioni contattare, dalle 15.30 alle 19.00 (eccetto sabato e domenica), la segreteria dell’Istituto in via D’uomo n. 107, in città vecchia, a Taranto; tel. 099.4764195; 331.5297556 oppure consultare la pagina web www.issrgiovannipaoloii.it